CONFERENZE 2018
讲座

(SALA CONFERENZE AL PRIMO PIANO) 二楼讲座区
SABATO 周六

ORE 15.30  I COLORI DEL THE’            MARCO BERTONA- ASS. MAESTRI DEL THE’ 茶的颜色 -茶爱好者协会

Il tè ha una storia antica di millenni ed è stata la Cina il primo Paese al mondo dove
si è iniziato, oltre 2000 anni fa, a coltivare la pianta del Thè e a lavorarne le foglie, oltre
a sviluppare tecniche di preparazione e metodi di servizio, nonché cerimoniali e rituali,
per offrire la preziosa bevanda.
Il Tè proviene dalla lavorazione di un’unica specie di pianta, eppure sono molti i tipi di Tè
che si possono ricavare dalla sue foglie in conseguenza dei diversi trattamenti che queste
subiscono dopo la raccolta. A seconda dei metodi di lavorazione, in Cina i Tè sono classificati
in sei grandi famiglie in base alla colorazione che le foglie assumono dopo il trattamento.

Relatori e Maestri Cerimonieri

Prof. MARCO BERTONA
Marco Bertona, Tea Taster professionista diplomato in Cina presso il “Tea Research Institute
of the Guangdong Academy of Agriculture Sciences” di Guangzhou (Canton). Nel 2006 ha
ottenuto l’attestazione di qualificazione professionale nazionale di “Advanced Tea Taster”
rilasciata dal Ministero del Lavoro della Repubblica Popolare di Cina. Bertona è presidente
dell’Associazione Italiana Degustatori e Maestri di Thè (ADeMaThè Italia), è membro professionale dell’International Society of Tea Science di New Delhi (India),

è membro del Consiglio Direttivo e rappresentante per l’Italia presso il World

Tea Organization (WTO) di Pechino, nonché Delegato presso il Gruppo Intergovernativo sul Tè della FAO (IGG/Tea).

MAESTRA NAN XI
La maestra Nan Xi, da sempre amante del tè e della cultura tradizionale del suo Paese, si è
diplomata Maestra di Cerimonia presso la scuola del gran maestro Lin Zhi di Xi’an, dove ha
ottenendo la certificazione nazionale di “Gao Ji Cha Yi Shi” (Tea Art Specialist).

 

 

ORE 16.30  DALLA VECCHIA ALLA NUOVA VIA DELLA SETA: tracciato storico e prospettive attuali per gli scambi commerciali

CENTRO MARTINO MARTINI 从古代丝绸之路到新丝路 – 马丁 马蒂尼研究中心

 

Nell’autunno del 2013, nel corso di due visite ufficiali in Kazakistan e Indonesia, Xi Jinping rilanciò l’idea di una “Nuova Via della Seta” la “Belt and Road Initiative” (BRI) o “One Belt One Road” (OBOR), che potesse promuovere l’integrazione tra Asia e Europa attraverso lo sviluppo di infrastrutture – terrestri, marittime, cibernetiche, culturali – funzionali alla crescita dei mercati locali e all’incremento degli scambi commerciali. Questo progetto ciclopico si è poi concretizzato con una serie di accordi tra la Cina e i Paesi già attraversati dall’antica via della seta, dalla Grande Muraglia all’Asia centrale e all’Europa.

All’estremità occidentale della Via della Seta, sin dai tempi di Marco Polo, i collegamenti trovano il loro sbocco naturale da Venezia e Trieste verso Vienna e l’Europa centrale, attraverso il Tarvisio, e verso il nord Europa percorrendo la valle dell’Adige e il Brennero scambiando merci qualispezie porcellane the argento e pellicce, ma anche idee e conoscenze. Nei secoli il transito delle popolazioni e delle merci ha favorito la nascita e lo sviluppo d’importanti città mercantili tra le quali Trento e Bolzano..

Il progetto di Xi ha quindi rinnovato anche l’interesse storico e culturale, oltre che commerciale, evidenziando la reale portata della via della seta quale fenomeno di globalizzazione ante litteram, capace di promuovere la pacifica interazione tra popoli con lingue, culture e religioni diverse.

La ricerca del Centro studi Martino Martini ripercorre in parte un continuum storico di oltre otto secoli lungo l’asse viario del Brennero, una grande arteria di collegamento che affonda le proprie radici negli antichi convogli e nel trasporto marittimo e fluviale che anticipando i moderni trasporti intermodali, attraversavano le regioni nord-orientali verso il nord Europa attraverso il Brennero.

 

Relatori:

Riccardo Scartezzini (1942) docente di Sociologia delle relazioni internazionali presso la  Università degli Studi di Trento fino al 2011.

Ha insegnato in varie Università italiane, in Scuole di dottorato nazionali e internazionali ed è stato visiting professor in Atenei europei, americani e cinesi.

E’ membro di Associazioni culturali, comitati scientifici di riviste accademiche e titolare di cattedra europea Jean Monnet ad personam per gli studi europei.

 

Ha fondato il Centro Studi Martino Martini  per lo sviluppo delle relazioni culturali Europa-Cina, di cui è stato prima direttore (1998-2006) e poi presidente (2007 al 2013).

Alla conferenza interverrà anche l’avv. Olivieri a presentare la sua pubblicazione.

 

18.30  CULTURA ED IMPRESA     PROF. DARRA – FONDAZIONE DISCANTO 文化于企业 – 音乐基金会

Impresa, cultura, territorio e internazionalizzazione
Il Forum Mondiale Unesco sulla Cultura e sulle Industrie Culturali (2007) ha affermato la complementarietà tra impresa e cultura confermando che non può esserci sviluppo

economico senza crescita culturale e viceversa.

Oggi un progetto culturale pensato insieme all’impresa stravolge ogni forma di marketing  tradizionale, conferendo valore reputazionale ed economico all’Impresa che ne prende parte.
Il territorio e la cultura diventano naturali strumenti di coinvolgimento e  partecipazione per i propri clienti contribuendo a rendere ogni incontro unico e memorabile.

La Fondazione di partecipazione come strumento giuridico vantaggioso per Imprese e soggetti privati.
 

Relatore Prof. Stefano Darra:

Docente di molti allievi di pianoforte, presentati ad esami presso vari Conservatori, presso l’Accademia d’Arti Discanto e sovrintendente dell’Accademia.

L’Accademia d’Arti Discanto di Verona nasce da un pensiero maturato in anni di esperienza nel settore musicale, con l’obiettivo di dare un’impostazione innovativa alla didattica e un orientamento inedito alle proposte artistico – culturali esistenti. Il nome discanto, una delle prime forme di canto polifonico risalente all’XI secolo, simboleggia l’insieme delle persone che, con la propria unicità e individualità, si sono impegnate per dar vita all’Accademia e ogni giorno contribuiscono alla sua crescita, creando e lavorando insieme. Negli anni, questa realtà, si è sviluppata e ampliata, maturando collaborazioni ed esperienze assai significative. Oggi l’Accademia è una delle più importanti realtà della Regione Veneto. Il M° Darra è stato Direttore artistico di numerosi eventi organizzati negli anni dall’Accademia d’Arti Discanto, tra cui il prestigioso Festival Pianistico e varie edizioni della Stagione Concertistica. Entrambe le manifestazioni hanno riscosso un ottimo successo di pubblico e di 2 critica, portando sul palcoscenico giovani talenti provenienti da ogni parte del mondo e vincitori di importanti concorsi nazionali ed internazionali. Da anni si occupa della direzione di tutte le attività dell’Accademia, suddivisa in molte aree operative e con altrettanti responsabili, Didattica, Manifestazioni, Comunicazione, Promozione Sociale e Terapica, Europrogettazione, oltre alle Progettazioni Culturali Evolute, nelle quali vi sono stati grandi successi.

 DOMENICA 周日
  ore 15  I COLORI DEL THE’            MARCO BERTONA- ASS. MAESTRI DEL THE’   茶的颜色 -茶爱好者协会

Il tè ha una storia antica di millenni ed è stata la Cina il primo Paese al mondo dove
si è iniziato, oltre 2000 anni fa, a coltivare la pianta del Thè e a lavorarne le foglie, oltre
a sviluppare tecniche di preparazione e metodi di servizio, nonché cerimoniali e rituali,
per offrire la preziosa bevanda.
Il Tè proviene dalla lavorazione di un’unica specie di pianta, eppure sono molti i tipi di Tè
che si possono ricavare dalla sue foglie in conseguenza dei diversi trattamenti che queste
subiscono dopo la raccolta. A seconda dei metodi di lavorazione, in Cina i Tè sono classificati
in sei grandi famiglie in base alla colorazione che le foglie assumono dopo il trattamento.

Relatori e Maestri Cerimonieri

 

Marco Bertona, Tea Taster professionista diplomato in Cina presso il “Tea Research Institute
of the Guangdong Academy of Agriculture Sciences” di Guangzhou (Canton). Nel 2006 ha
ottenuto l’attestazione di qualificazione professionale nazionale di “Advanced Tea Taster”
rilasciata dal Ministero del Lavoro della Repubblica Popolare di Cina. Bertona è presidente
dell’Associazione Italiana Degustatori e Maestri di Thè (ADeMaThè Italia), è membro professionale dell’International Society of Tea Science di New Delhi (India),

è membro del Consiglio Direttivo e rappresentante per l’Italia presso il World Tea Organization (WTO) di Pechino, nonché Delegato presso il Gruppo Intergovernativo sul Tè della FAO (IGG/Tea).

MAESTRA NAN XI
La maestra Nan Xi, da sempre amante del tè e della cultura tradizionale del suo Paese, si è
diplomata Maestra di Cerimonia presso la scuola del gran maestro Lin Zhi di Xi’an, dove ha
ottenendo la certificazione nazionale di “Gao Ji Cha Yi Shi” (Tea Art Specialist).

 

ore 16 MEDICINA CINESE COME CURA E PREVENZIONE    DOTT. SERGIO PERINI 中医讲座  意大利针灸医师

Il dott.  Perini nel suo intervento sottolineerà  l’ importanza della prevenzione primaria che sottende la MTC (Medicina Tradizionale Cinese) e quindi parlerà dei paradigmi filosofici che sottendono  la MTC con le indicazioni cliniche di questa medicina

Dott. Sergio Perini, medico agopuntore, racconta la sua esperienza sviluppata grazie ai numerosi viaggi in Cina per imparare la Medicina Tradizionale cinese (MTC),  raccontata anche nel suo libro “Un medico in Cina” (Armando Editore) .  Dagli  anni ’80  ha dedicato tempo, energie e passione allo studio e all’approfondimento di entrambe le Medicine occidentale e MTC.  Dirige dal 1990 un gruppo di Medici accomunati dallo  stesso interesse professionale, UMAB (Unione Medici Agopuntori Bresciani) tramite  cui ha organizzato una serie di Convegni e Congressi. Inoltre dal 1999, presso la Facoltà di Medicina di Brescia, è Coordinatore didattico di  un Corso biennale di Perfezionamento post-laurea per medici in Agopuntura a cui hanno partecipato centinaia di medici da tutta Italia.

ore 17  I MILLE VOLTI DELLA CINA             CENTRO MARTINO MARTINI 中国万象 -马丁 马蒂尼研究中心

I Mille volti della Cina incontro con Mirco Elena , autore con Yu Jin del libro  “Cina e Italia allo specchio che ci condurrà attraverso in un piacevole viaggio attraverso le diversità e le similitudini di questi due Paesi.

Trovarsi di fronte ad una antica civiltà assai differente dalla propria è sempre fonte di sorprese e di scoperte, belle e brutte. Se poi si tratta di Cina ed Italia si vede come i punti di contatto potrebbero apparire impossibili. Invece nell’esperienza degli autori, pare come vi siano insospettate somiglianze tra i nostri due mondi, al pari però di usi e costumi talora opposti. Gli autori conducono per mano il lettore alla conoscenza di questi due paesi attraverso le loro esperienze e difficoltà, le avventurose esplorazioni, gli stuzzicanti ed imprevedibili incontri …

In particolare la Cina vista con occhi italiani è frutto di oltre un anno di esperienze e conoscenze di prima mano della Cina, che nel libro viene via via arricchito dalle critiche e dai commenti di Yu Jin un’avvocata cinese che lavora in Italia.

La conversazione è introdotta da una proiezione.

 

Mirco Elena è fisico e ricercatore,  giornalista pubblicista e divulgatore scientifico,

ha un’esperienza quasi quarantennale di divulgazione scientifica, sia tramite incontri pubblici sia con articoli su riviste e quotidiani, nonché con programmi radiotelevisivi.

Responsabile della sezione trentina dell’Unione degli scienziati per il disarmo (USPID) e direttore dell’Ufficio di Trento di ISODARCO Organizzatore di eventi culturali e convegni nazionali e internazionali,

Si occupa di pace e questioni energetiche e da oltre 20 anni si interessa di Cina dove ha trascorso complessivamente oltre un anno È co-autore del libro Cina e Italia allo specchio .